x
Questo sito web utilizza Google Analytics e Quandoo per consentire al sito web di analizzare come gli utenti utilizzano il sito e prenotare online . Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Se vuoi saperne di piu' o negare il consenso di questi cookie leggi qui

Il Pesce

Rombo chiodato (Psetta maxima) Linneo, 1758) Quello in foto pesava 6 Kg. dimensioni record per un Rombo, fatto a tranci con olive e pinoli si è rivelato eccezionale. Nei mercati e nelle pescherie spesso compaiono Rombi di allevamento è importante saperli riconoscere ed è semplicissimo, basta osservare in primo luogo la pancia del pesce che deve essere chiara o al massimo rosata per il sangue, se compaiono macchie scure come il dorso invece si ha la certezza che non è un pesce selvatico, altro trucco è verificare se nella parte ventrale, vicino alla coda vi è una piccola incisione fatta con una lama affilata serve infatti a tagliare i nervi o i tendini dei muscoli della coda del pesce per non farlo sbattere nel momento della raccolta dalle vasche.

Cannocchia o Canocchia detta anche Pannocchia o Panocchia ( Squilla mantis ) In Liguria chiamata anche cicala. A mio avviso uno dei crostacei più gustosi, buonissime semplicemente bollite, fatte al sugo con la pasta indimenticabili, bisogna avere l' accortezza di prepararle prima di portarle in tavola, basta rifilarle con una forbice dopo cotte per togliere tutte le protuberanze pungenti. Quando si comprano è utile tastarle con le dita per sentirne la consistenza, devono essere piene e sode così da gustarle a pieno, il periodo migliore è l'autunno, l'inverno e la primavera.

Pesce prete (Uranoscopus scaber) Linneo, 1758 Per fare una buona zuppa di pesce deve esserci anche lui, con la sua carne soda e saporita. Vederlo mangiare è uno spettacolo, si mimetizza sotto la sabbia e appena un pesciolino gli passa a tiro ne esce a una velocità incredibile, praticamente vedi la preda scomparire.

Razza stellata (Raja asterias) Delaroche, 1809 Razza maculata (Raja montagui) Fowler, 1910 Ha molto scarto ma le carni che rimangano sono ottime, a volte la si pesca con la canna ed è un bella esperienza perchè è molto combattiva e non si arrende mai.

Tracina drago o "Agna" ( Trachinus draco ) Linneo, 1758 Ingrediente indispensabile per la zuppa di pesce, bisogna fare attenzione a maneggiarle perchè le spine anno un veleno molto doloroso, se dovesse succedere immergere o portare a contatto con qualcosa di caldo la parte punta, essendo il veleno termo labile. Ve ne sono 4 specie; Tracina raggiata (la più grande delle quattro), Tracina ragno, Tracina vipera Tracina Raggiata (Trachinus radiatus) Cuvier, 1829